Alle Associazioni i beni confiscati alla mafia

Alle Associazioni i beni confiscati alla mafia

344

Scafati – 9 febbraio 2016
Nella biblioteca comunale di Scafati, nell’ambito del dibattito “Ambiente: Il riscatto sociale tra incuria ed interessi criminali”, è stato presentato il libro “Male Capitale”, del dott. Catello Maresca, Procuratore della Repubblica della D.D.A. presso il Tribunale di Napoli.

Il convegno è stato organizzato da un Gruppo di Cittadini “Uniti si Può”, in collaborazione con Cittadinanzattiva, Assemblea territoriale di Scafati,  e del Gruppo Pubblico “Sei di scafati Se…”.

male

manifesto

Il libro è ambientato in alcune realtà di periferia di Caserta e narra anche di quanto i camorristi si arricchiscano ma senza favorire lo sviluppo del territorio che li circonda.

Questi signori, infatti, sul campo lasciano una scia di povertà. Maneggiare tanti soldi dovrebbe portare all’arricchimento del territorio, ed invece favorisce solo le tasche di pochi. Ricchezza però effimera perché poi la giustizia si riprende tutto ciò che è stato sottratto al circuito legale restituendolo alla collettività.

Nel suo intervento, l’avv. Gianluca Iaione, della rete Giustizia di Cittadinanzattiva Campania, dopo aver portato ai convenuti il saluto della Segretaria Regionale Maria Settembre, ha tra l’altro proposto che dovrebbero essere le associazioni ad interessarsi dei beni confiscati alla mafia, in modo che possano ritornare ai cittadini.

L’avv. Valentina Barone, coordinatrice dell’incontro, ha evidenziato la valenza dell’incontro: “Un partner di voci sonanti, ognuna delle quali contribuirà a dar vita al progetto di riaffermazione del principio di legalità, invocato oggi più che mai dal nostro stesso territorio, attraverso la forza dell’informazione e non alla violenza dell’intimidazione.”
Intervenendo, l’autore del libro ha affermato che non è sufficiente l’informazione, ma vi è bisogno di assunzione di comportamenti non camorristici, da parte di tutti,  partendo dalle piccole cose della vita quotidiana.
Il dibattito è stato seguito da tantissimi cittadini di Scafati, con attenzione e partecipazione.

coordinatore

Coordinatore A.T. di Scafati

sala

sla-3

16472913_10212557530880388_187018256276222438_n