Gestione del rischio in sanità: analisi dei cambiamenti prodotti dalla legge Gelli-Bianco...

Gestione del rischio in sanità: analisi dei cambiamenti prodotti dalla legge Gelli-Bianco a quasi due anni dalla pubblicazione. Evento a CARDITELLO il 26 ottobre 2018.

Il 26 ottobre 2018 presso la sala convegni del Real Sito di Carditello, sito a S. Tammaro (CE), conosciuto anche come “Reggia di Carditello“, residenza Borbonica dedicata alla caccia, si terrà l’evento dal titolo “Analisi dei cambiamenti prodotti dalla legge Gelli-Bianco nella gestione del rischio in sanità a quasi due anni dalla pubblicazione. Esperienze operative, critiche costruttive e prospettive strategiche.

PROGRAMMA CONVEGNO 26 ottobre 2018 a CARDITELLO

“L’8 marzo del 2017 è stata pubblicata la Legge n° 24 contenente disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale del personale sanitario. L’introduzione nel sistema sanitario italiano di questa nuova legge (anche detta Legge Gelli) sulla responsabilità sanitaria ha generato in tutti gli operatori del settore notevoli aspettative di “cambiamento” ed è stata vissuta molte volte come una “minaccia”, piuttosto che come un’”opportunità” di miglioramento della sicurezza e della qualità delle cure.
Due passaggi, tra i più fondamentali della Legge, prevedono:

Art 1 – Comma 3 – Alle attività di prevenzione del rischio messe in atto dalle strutture sanitarie e sociosanitarie, pubbliche e private, è tenuto a concorrere tutto il personale, compresi i liberi professionisti che vi operano in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale.

Art.6 – Qualora l’evento si è verificato a causa di imperizia, la punibilità è esclusa quando sono rispettate le raccomandazioni previste dalle linee guida come definite e pubblicate ai sensi di legge ovvero, in mancanza di queste, le buone pratiche clinico assistenziali, ………………….

A quasi due anni dalla pubblicazione, molti si chiedono, cosa sia effettivamente cambiato e quali sono state le esperienze operative delle aziende sanitarie italiane pubbliche e private anche in relazione ai due articoli prima citati. Sin dalla pubblicazione, da più parti, erano state sollevate critiche costruttive su alcuni aspetti della Legge: dubbi e perplessità sono state dissipate o si sono acuite? Quali sono le prospettive?
L’evento, accreditato per 7 crediti ECM, rivolto a tutte le professioni sanitarie, vuole fare il punto della situazione sull’ applicazione della legge n° 24 nelle diverse realtà sanitarie italiane. I relatori che si alterneranno porteranno la testimonianza e l’esperienza diretta di aziende sanitarie pubbliche e private del nord, del centro e del sud d’Italia e il punto di vista di rappresentanti istituzionali.”

FACULTY
Dott. Mario DE BIASE, direttore Generale ASL Caserta
Dott. Arcangelo CORRERA, direttore Sanitario ASL Caserta
Dott.ssa Erminia BOTTIGLIERI, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Caserta
Dott. Oreste CAPORALE, dirigente medico Dipartimento di sanità pubblica, Università degli Studi di Napoli
“Federico II”
Avv. Marco FERRARA, coordinatore regionale rete Giustizia per i diritti Cittadinanzattiva Campania ONLUS
Dott. Enrico BURATO, direttore U.O.C. Qualità, Accreditamento e Risk Management, ASST Mantova
Dott. Giuseppe VETRUGNO, direttore U.O.S. Risk Management, Policlinico Gemelli Roma
Dott.ssa Annamaria RUFFO, direttore U.O.C. Affari Generali, ASL Caserta
Dott. Salvatore MORETTA, direttore U.O.C. Qualità e Risk Management, ASL Caserta
Ing. Gregorio PACCONE, direzione Strategica Talete WEB

All’evento presenzierà il Direttore Generale della ASL di Caserta.

Nell’ottica della valorizzazione di questo importante monumento della Regione Campania, alla fine del convegno sono previste, su prenotazione,visite guidate della Reggia.