Come cambiano i costi di energia elettrica e gas

Come cambiano i costi di energia elettrica e gas

SCHEDA TECNICA

L’AGGIORNAMENTO DELLE CONDIZIONI TUTELA
III TRIM 2019 NEL DETTAGLIO
Milano, 25 giugno 2019

Energia elettrica – Nel terzo trimestre 2019 si registrerà un lieve aumento del costo per l’energia elettrica per la famiglia tipo1, con una variazione della spesa complessiva del +1.9% rispetto al trimestre precedente. Tale variazione è dovuta a un incremento della spesa per la materia energia (+2,65%), legato all’aumento del prezzo di acquisto dell’energia elettrica rispetto alle stime utilizzate nel precedente aggiornamento (+2,49%) che si aggiunge ad un leggero aumento del corrispettivo di dispacciamento (+0,05%) e del corrispettivo di perequazione dei costi di acquisto e dispacciamento dell’energia elettrica destinata ai clienti in maggior tutela (+0,11%). L’aumento della spesa per la materia energia viene in parte compensato da una riduzione della spesa per gli oneri di sistema (-0,75%). Variazione, quest’ultima, che è determinata dalla riduzione (per tutti gli utenti, rispetto al precedente trimestre) sia della componente ASOS (con un impatto pari a -0,50%) sia della componente ARIM (con un impatto pari a -0,25%) (in particolare relativamente all’elemento che alimenta il conto UC7). Non subiscono variazioni le componenti per il trasporto e la gestione del contatore e la componente per la commercializzazione.

Gas naturale – Nel terzo trimestre 2019 si registrerà una diminuzione del costo per il gas naturale per la famiglia tipo, con una variazione della spesa complessiva del -6,90% rispetto al trimestre precedente. La variazione è determinata dalla diminuzione della componente CMEM relativa ai costi di approvvigionamento, -6,90% sulla spesa per il cliente tipo, che riflette il calo delle quotazioni all’ingrosso nei mercati a termine in Italia e in Europa e dalla diminuzione, non significativa ai fini del calcolo, del corrispettivo variabile QTVt, -0,01% della componente di trasporto QT, a copertura dei costi relativi alle perdite di rete e al gas non contabilizzato, legata alla variazione della CMEM stessa.

L’aggiornamento trimestrale nel dettaglio
Le aggregazioni e i grafici rispettano le novità introdotte dalla ‘bolletta 2.0’ che ha previsto una semplificazione dei contenuti e dei termini utilizzati nella bolletta sintetica, quella inviata a tutti, per agevolare la comprensione della spesa finale.2

1. La famiglia tipo ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui.
2. Nel dettaglio la bolletta 2.0 prevede che nella prima pagina della bolletta venga indicato anche il costo medio unitario del kilowattora/standard metro cubo, come rapporto tra la spesa totale e i consumi fatturati. Chi volesse approfondire le diverse voci di spesa, può comunque richiedere al proprio fornitore gli elementi di dettaglio, ovvero le diverse pagine con la descrizione analitica delle componenti che determinano la spesa complessiva. Gli elementi di dettaglio saranno sempre forniti in caso di risposta ai reclami. Viene anche data esplicita evidenza alla “spesa oneri di sistema”, una voce fino ad oggi indicata all’interno dei servizi di rete e garantita una maggiore chiarezza in caso di eventuali ricalcoli, cioè in caso di conguagli, che hanno particolare evidenza in un apposito box.

Approfondisci…