Ora è ufficiale: parcheggiare nel posto dei disabili diventa reato penale

E’ reato penale parcheggiare in un posto riservato a portatori di handicap: questa la storica decisione della Suprema Corte che ha sancito il reato di violenza privata nel caso in cui un automobilista indisciplinato parcheggi la propria auto nel posto dedicato a chi è portatore di handicap.
Quella della sosta selvaggia nelle aree dedicate ai portatori di disabilità varie è un mal costume – purtroppo – molto presente e attuato dagli automobilisti italiani. Ed ecco che al malcapitato di turno non tocca che attaccarsi al telefono e cercare tra Polizia, Vigili urbani e Carabinieri qualcuno che possa difendere le proprie ragioni.
Nella maggior parte dei casi, chi ha la peggio è sempre il più debole, che vede leso il suo diritto.
Inoltre, la Cassazione, con ordinanza n. 24936/2019, afferma che è discriminatorio negare il parcheggio gratuito al disabile senza patente e veicolo.
Nell’ordinanza, infatti, si legge che I disabili senza patente e senza autoveicolo necessitano dell’aiuto dei familiari, al pari di quelli muniti di patente e auto e, pertanto, hanno diritto di usufruire di tale agevolazione per partecipare attivamente alla vita della propria comunità, senza limitazioni.